La Coppa Davis torna in Liguria

     

La Coppa Davis torna in Liguria – Conferenza Stampa del 16-03-2018

A Genova, dal 6 all’8 aprile, l’Italia sfida la Francia

Il conto alla rovescia è iniziato con la presentazione ufficiale di oggi in Regione Liguria. La Coppa Davis torna a Genova nove anni dopo la passerella di sua maestà Roger Federer nella sfida Italia-Svizzera e questa volta gli Azzurri si troveranno di fronte nei quarti di finale i Campioni del Mondo della Francia, sfida che nobilita ancor più la nona apparizione della Nazionale italiana all’ombra della Lanterna. Una storia iniziata nel 1922. Dalla Superba sono partite tre entusiasmanti rincorse, che hanno condotto gli azzurri a un passo dal trionfo finale.

Dal 6 all’8 aprile, Genova sarà la capitale del tennis italiano e non solo. Il 2018 rimarrà nella storia del tennis con il capoluogo ligure che ospiterà anche il play off promozione al World Group della Fed Cup tra Italia e Belgio (21 e 22 aprile). Lo Stadio Beppe Croce sarà portato a una capienza di 5.000 posti grazie all’installazione di tribune mobili su tre lati del centrale (Nord, Ovest e Sud). L’ingresso del pubblico allo stadio avverrà da via Pirandello.­

Entro la giornata di lunedì scatterà su Ticket One la vendita dei biglietti con una speciale formula “Davis + Fed Cup”. Sul sito www.italyvfrance.com nella sezione Ticketing saranno disponibili gli abbonamenti per le Tribune Superiori al costo di 90 euro per i 5 giorni (6-7-8 aprile per la Davis e 21-22 aprile per la Fed Cup) o 75 euro per la sola Coppa Davis. L’abbonamento alla Primary Position per le cinque giornate di grande tennis avrà un costo di 180 euro. Biglietti per le singole giornate saranno messi in vendita solo in una seconda fase. Dopo tre giornate di vendita esclusiva su web i biglietti saranno anche acquistabili nei punti vendita del circuito Ticket One. La richiesta è altissima e il sold out potrebbe arrivare ben prima dei giorni precedenti le gare. Altissima è anche la richiesta di posti per spettatori diversamente abili e il comitato organizzatore si sta impegnando per riuscire, compatibilmente con le problematiche dell’impianto, a riservare quanti più posti possibile.

In base al regolamento ITF le convocazioni delle due squadre saranno annunciate martedì 27 marzo entro le ore 15. Il sorteggio è fissato per il 5 aprile a Palazzo San Giorgio. In campo un ligure doc, come Fabio Fognini, ma anche uno di “adozione” come Andreas Seppi, tesserato per il Tennis Club Santa Margherita Ligure e “di base” a Bordighera nell’Accademia di Riccardo Piatti. L’Italia cercherà di superare i campioni in carica con un bel gioco di squadra, lo stesso che ha permesso al Comitato Organizzatore “Genova – Davis Cup 2018” composto da Mauro Iguera (Presidente), Fernanda Messina, Stefano Messina e Giovanni Mondini, alla Federtennis, rappresentata dal presidente ligure Andrea Fossati, e alle Istituzioni di trasformare in sogno in realtà in tempi davvero ristretti.

 

“Questi eventi esportano l’immagine di Genova e della Liguria nel mondo. Per questa ragione – spiega Mauro Iguera – gli imprenditori hanno voluto contribuire e sostenere un’organiz-zazione così onerosa volta alla promozione della città e del territorio”.

 

Una occasione speciale anche per tutto il movimento tennistico ligure, come evidenzia Andrea Fossati. “Da presidente del Comitato ligure della Federazione tennis vivo la sfida con la Francia, nazione di grande tradizione e fra l’altro campione del mondo in carica, come la realizzazione di un obiettivo a lungo sognato. Alla soddisfazione che nutro da dirigente sportivo, alla gratitudine che provo nei confronti degli enti locali e dell’Associazione Mytennis, senza i quali sarebbe stato impossibile cogliere al volo l’opportunità di organizzare un simile evento, si affianca l’orgoglio che provo da appassionato autentico del nostro sport”.

 

In campo sono scese subito con grande convinzione le Istituzioni locali. “Ospitare i quarti di finale della Coppa Davis di Tennis – conferma Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria – è una grande opportunità per Genova e per la nostra regione che potrà essere valorizzata al meglio. Questo è il frutto, ancora una volta, di un ottimo gioco di squadra in cui Regione Liguria si è impegnata da subito con grande convinzione”. Un grande evento in un periodo davvero intenso e bellissimo per Genova.

“La Coppa Davis è un’ ulteriore straordinaria perla –ricorda il Sindaco Marco Bucci – che si aggiunge ad una serie primaverile di eventi particolarmente intensa e prestigiosa per la città, che prevede, tra l’altro, la Final Eight di pallanuoto, il Concorso Internazionale di violino “Niccolò Paganini“ ed Euroflora, una delle più rinomate rassegne floreali del mondo, che avrà come sede gli incantevoli Parchi di Nervi”.

“Regione Liguria, consapevole del valore sportivo, promozionale e turistico di questa grandissima e storica manifestazione, si è da subito attivata per non perder l’occasione proposta dal Comitato Regionale della Federtennis”, racconta Ilaria Cavo, assessore regionale allo sport. “E’ una grande opportunità per far conoscere ancora meglio Genova e la Liguria ai tanti amanti del Tennis, che raggiungeranno Valletta Cambiaso da tutta Italia e dalla Francia, ma anche una occasione che faremo vivere con eventi in città”.

“La nostra Amministrazione – spiega Stefano Anzalone, Consigliere delegato allo sport del Comune di Genova – vede nello sport un valido strumento per la crescita integrale della persona. Per questa competizione, Genova ha investito importanti risorse volte ad ospitare nel migliore dei modi la manifestazione e a rendere Valletta Cambiaso il più possibile ospitale”.

“Fortunatamente il turismo a Genova è in continua crescita”, ricorda Paolo Cesare Odone, Presidente della Camera di Commercio. “Merito anche delle tante iniziative che si svolgono in città, come questo evento sportivo che stiamo presentando, che la rendono luogo dove c’è sempre qualcosa da fare e da vedere, una “città d’arte” piena di sorprese anche sportive, che offre sempre qualcosa in più di quello che ci si aspetta”.

“L’organizzazione di eventi sportivi di livello – è sulla stessa lunghezza d’onda Maurizio Caviglia, Segretario generale della Camera di Commercio – contribuisce a far meglio conoscere nel mondo la nostra città, che sempre più si sta affermando quale meta turistica e per la quale lo sviluppo del settore rappresenta una grande opportunità di crescita”.

“Come Autorità Portuale – sottolinea il Presidente Paolo Emilio Signorini – partecipiamo alla soddisfazione per questa sfida di altissimo livello che torna a vedere Genova nel ruolo di città protagonista. Sottolineando le relazioni positive che il sistema portuale ha intrapreso e vuole perseguire con i soggetti istituzionali che in modo sinergico lavorano per accrescere le occasioni di sviluppo economico, sociale, culturale”.

Genova e la Davis

Nel 1928 l’esordio contro la fortissima Australia sui campi del TC Genova. Rappresentò l’inizio di un sogno che si infranse solo al penultimo ostacolo, contro gli americani. Due anni più tardi la nazionale batté sempre sui campi del TC Genova nella finale zona europea una delle favorite per la vittoria finale, il Giappone. Nel 1932 all’ombra della Lanterna gli azzurri batterono 3-2 l’Egitto e nel 1933 l’Italia giocò il secondo turno della zona europea contro l’Austria e vinse ancora una volta sui soliti campi del TC Genova.

Dopo 31 anni di pausa, il campionato del mondo a squadre di tennis torna a Genova nel 1964. Gli azzurri vinsero 5-0 sul nuove centrale Beppe Croce di Valletta Cambiaso. Nel 1969 la vittoria contro il Belgio per 4-1 con Nicola Pietrangeli sul Beppe Croce conquistò il singolare della sicurezza contro Drossart.

Nel 1998 l’Italia, capitanata da Paolo Bertolucci, supera l’India sul Centrale di Valletta Cambiaso. Undici anni di attesa ed ecco la sfida alla Svizzera di Roger Federer (2009), un evento di portata unica. Fino ad oggi.